Una decisione importante per la comunità ortonese – sottolinea il sindaco Castiglione – che conferma l’indirizzo avviato sin dai primi giorni dalla nostra amministrazione con la revoca della ormai famosa delibera di giunta del novembre 2016 con cui l’allora amministrazione D’Ottavio “manifestava pubblico interesse” al progetto. Una decisione che conferma anche l’efficacia delle nostre azioni con gli incontri prima al Ministero di Roma a metà luglio e poi presso il Comitato Tecnico Regionale, per rimarcare le insufficienze progettuali soprattutto legate alla questione del traffico veicolare e ferroviario e alle linee di sviluppo dello scalo ortonese. Incontri che qualche consigliere comunale ha prematuramente bollato come “pellegrinaggi”. Voglio però chiarire che questo è un primo passo ottenuto grazie anche al lavoro dei miei collaboratori, tra cui l’ingegnere Tommaso Giambuzzi, continueremo a monitorare i prossimi passaggi dell’iter autorizzativo.